L’Avvocato Massimo Mascali ha maturato esperienza in Divorzio a Bergamo, avendo assistito numerosissimo clienti in tutte le fasi che hanno portato dalla seprazione al divorzio. 
Oltre alla grande esperienza in materia l’Avvocato Mascali possiede una spiccata sensibilità che vi renderà facile riporre in lui la vostra fiducia e condividere con lui le questioni personali che necessariamente entrano in gioco in un divorzio.

Avvocato con esperienza in Divorzio a Bergamo

Se siete in cerca di un Avvocato che vi rappresenti nel vostro divorzio a Bergamo non esistate a chiamare l’Avvocato Mascali, i suoi consigli e la sua esperienza saranno preziosi per tutelare i vosti interessi.

Compila il form qui accanto o fissa subito un appuntamento conoscitivo gratuito.

035 23 83 14

Ma vediamo ora quali sono le fasi che segnano lo svolgersi di un divorzio?

Il Divorzio. Linee guida.

Come per la separazione, a seconda che i coniugi siano d’accordo o in disaccordo sull’eventualità di divorziare e sulle modalità di regolamentazione dei rapporti tra di essi, si presentano due scenari differenti.

Il Divorzio consensuale

In caso di accordo, si aprono le porte del divorzio consensuale, che si può svolgere in tre diversi modi.

1) In Comune

Il Divorzio in comune può avvenire con o senza l’ausilio degli avvocati. È possibile solo in assenza di figli minori, di figli maggiorenni portatori di handicap grave e di figli maggiorenni non autosufficienti. Si può concordare un assegno di mantenimento a favore del coniuge economicamente più debole mentre non possono essere presi accordi riguardanti il patrimonio.

In pratica:

Ci si reca in comune previo appuntamento, si presenta all’ufficiale di stato civile un accordo di divorzio; non prima di 30 gg dalla sua ricezione i coniugi vengono nuovamente convocati per la conferma dell’accordo, dopo la quale il divorzio è effettivo.

Costi:

16 euro di marca da bollo + eventuale compenso dell’Avvocato.

Tempi di attesa standard:

Circa 1 mese per ottenere il divorzio.

2) In Tribunale

Il Divorzio congiunto in Tribunale può essere presentato con il patrocinio obbligatorio di uno o più avvocati.
In queste sede, si possono prendere accordi relativi a tutte le questioni cruciali riguardanti il divorzio dei due coniugi: assegno di mantenimento per il coniuge più debole, assegnazione della casa familiare, affidamento dei figli, assegno di mantenimento per la prole e questioni patrimoniali tra i coniugi.

In pratica:

Viene presentata dall’avvocato comune ovvero dagli avvocati dei due coniugi una domanda congiunta di Divorzio. Indicativamente nel giro di tre mesi i coniugi vengono convocati in Tribunale, dove il Giudice, sentiti i coniugi, verificata l’esistenza dei presupposti di legge e valutata la rispondenza delle condizioni all’interesse dei figli, decide con sentenza la cessazione degli effetti civili del matrimonio (concordatario) ovvero lo scioglimento del matrimonio (contratto in Comune), ratificando gli accordi presi.

Costi:

Il compenso dell’Avvocato.

Tempi di attesa standard:

Circa 3 mesi dal deposito del ricorso per ottenere il divorzio.

3) Negoziazione assistita da Avvocati

Si può giungere alla cessazione degli effetti civili del matrimonio (concordatario) ovvero allo scioglimento del matrimonio (contratto in Comune) anche attraverso la procedura di negoziazione assistita da almeno un avvocato per parte. Con la negoziazione, oltre alla domanda di divorzio, ci si può accordare relativamente all’assegno di mantenimento per il coniuge più debole, all’assegnazione della casa familiare, all’affidamento dei figli, all’assegno di mantenimento per la prole e alle questioni patrimoniali tra i coniugi.

In pratica:

Ogni coniuge deve avere un proprio avvocato. Gli avvocati redigono l’accordo che viene trasmesso al Pubblico Ministero per gli opportuni controlli (a seconda della presenza o meno di figli minori, incapaci, maggiorenni ma non economicamente autosufficienti o portatori di handicap) e successivamente, sempre ad opera degli avvocati, all’Ufficiale dello Stato Civile.
In questo caso, non si passa dal Tribunale.

Costi:

Il compenso del proprio avvocato;

Tempi di attesa  standard:

Ipoteticamente serve un mese per ottenere il divorzio, ma è solo una stima perchè molte sono le variabili che determinano i tempi.
La negoziazione assistita può essere conclusa anche al fine di raggiungere una soluzione consensuale di modifica delle condizioni di divorzio.

Il Divorzio giudiziale

Qualora i coniugi non abbiano raggiunto alcun accordo sul divorzio ovvero sulle questioni concernenti i rapporti reciproci e/o relative alla prole (assegno di mantenimento per il coniuge più debole, assegnazione della casa familiare, affidamento dei figli, assegno di mantenimento per i figli e questioni patrimoniali tra i coniugi), si procede con il divorzio per via giudiziale.
Sarà il Giudice ad esprimersi all’esito del procedimento giudiziario.

Nel corso della prima udienza i coniugi sono tenuti a comparire personalmente accompagnati dai rispettivi legali. Il giudice deve sentire i coniugi prima separatamente e poi congiuntamente, tentandone la conciliazione.
Se la conciliazione non riesce, il Giudice adotta i provvedimenti temporanei e urgenti che reputa opportuni nell’interesse dei figli e dei coniugi, stabilendo, di fatto e in via provvisoria, le modalità di affidamento dei figli, l’assegnazione della casa familiare, l’ammontare dell’assegno di mantenimento per il coniuge più debole e per i figli.
Dopodiché, il Giudice dispone per la prosecuzione del procedimento.

Costi:

Il compenso del proprio avvocato (salvo il principio della soccombenza).

N.B. Tali modalità valgono anche per le successive modifiche dei provvedimenti adottati consensualmente o giudizialmente in considerazione del fatto che trattasi di provvedimenti adottati rebus sic stantibus.
Se mutano le circostanze che hanno dato luogo ai precedenti provvedimenti gli stessi possono essere modificati.

Contatta l’Avvocato Divorzista Massimo Mascali

Avete bisogno di assistenza e di consigli legali per il vostro divorzio a Bergamo? L’Avvocato Mascali sarà lieto di incontrarvi per un appuntamento conoscitivo gratuito al termine del quale sarete liberi di conferire o meno l’incarico.

Compilate il form in alto o fissa subito un appuntamento conoscitivo gratuito.

035 23 83 14