Il passeggero di ciclomotore (non omologato al trasporto) non è corresponsabile del sinistro

La Corte, con la sentenza n. 25345 del 17.12.2015, ha respinto il tentativo di una società assicuratrice di addossare parte della responsabilità di un sinistro al passeggero di un ciclomotore che si era scontrato con un’autovettura. Il motivo, ritenuto infondato, poggiava sull’assunto per cui l’abusiva circolazione comportasse di per sé la responsabilità del trasportato, il quale, così facendo, accettava i rischi della circolazione.
E’ di diverso avviso la Corte di Cassazione che censura il ragionamento, richiedendo l’accertamento dell’effettivo contributo causale offerto dal trasportato illegittimamente al verificarsi del sinistro al fine di invocarne la corresponsabilità.