Si può chiedere un anticipo sul risarcimento per incidente stradale?

Ho perso mia madre 2 anni fa in un incidente stradale provocato da un camion mentre attraversava sulle strisce pedonali. Da subito l’assicurazione mi ha riconosciuto una provvisionale di 50.000 €.
Gran parte spesi per perizie e costi legali. Nel Primo grado del processo penale a causa di una perizia al quanto “scandalosa” il camionista – scelto il rito abbreviato – è stato assolto dal reato di omicidio colposo aggravato. In attesa delle motivazioni per fare ricorso abbiamo avviato la causa civile quantificando le varie voci di danno in circa 500.000€. E’ possibile chiedere un anticipo sul risarcimento? Se sì, in che fase del processo va chiesta e quanto potrebbe essere ragionevole chiedere? Grazie in anticipo per la vostra risposta

  1. L’Avvocato risponde

    Alla sua domanda risponde l’art. 147 del Codice delle Assicurazioni:
    “Nel corso del giudizio di primo grado, gli aventi diritto al risarcimento che, a causa del sinistro, vengano a trovarsi in stato di bisogno, possono chiedere che sia loro assegnata una somma da imputarsi nella liquidazione definitiva del danno. 2. Il giudice civile o penale, sentite le parti, qualora da un sommario accertamento risultino gravi elementi di responsabilità a carico del conducente, con ordinanza immediatamente esecutiva provvede all’assegnazione della somma ai sensi del comma 1, nei limiti dei quattro quinti della presumibile entità del risarcimento che sarà liquidato con la sentenza. Se la causa civile è sospesa ai sensi dell’articolo 75, comma 3, del codice di procedura penale, l’istanza è proposta al presidente del tribunale dinanzi al quale è pendente la causa. 3. L’istanza può essere riproposta nel corso del giudizio. 4. L’ordinanza è irrevocabile fino alla decisione del merito.”
    Cordiali saluti
    avv. Massimo Mascali

I commenti sono disabilitati.